Braid – Closer to Closed


Braid – Closer to Closed (Polyvinyl Records , 2011)

Come se nulla fosse successo i Braid tornano a frequentare studi di registrazione con le stesse peculiarità dell’ultimo periodo prima dello scioglimento (era il 1999): stesso produttore (J.Robbins, colui che lavorò a Frame and Canvas, l’apice della carriera del gruppo) e all’incirca stesso sound che parte dall’emo, flirta con l’indie e ha un impianto ritmico che non perde colpi per la qualità tecnica e compositiva. “Volevamo ricominciare dove avevamo finito” spiega Bob Nanna, voce e chitarrista del gruppo, e non cè nulla fuori posto in questo senso ad ascoltare le tre nuove composizioni più la buona cover di Jeff Hanson (You Are the Reason) il sound si avvicina molto al loro tratto distintivo con la differenza di certi “angoli smussati”, quindi con melodie pop  in primo piano e dissonanze ridotte rispetto al passato.

Le rimanenti tre composizioni di questo breve mini infatti risultano estive,  fresche e accattivanti  fin dal trascinante ritornello dell’opener “The Right Time”  e del piglio della seguente “Do Over”, abili esempi di un sound non banale ma di facile presa.  Più articolata la conclusiva “Universe of Worse”, dove sezione ritmica e feed di chitarra la fanno da padrona e concludono il disco in maniera malinconica ed ineccepibile. In attesa di nuovo materiale, questa EP farà contenti (magari senza farli esultare troppo data la scarsa durata e il retaggio di quanto in fondo è già stato fatto in passato) i vecchi fan della band e potrebbe avvicinare i novizi alla discografia Braid. Insomma non negategli  almeno un paio di ascolti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...